L’affascinante volto sindonico

L’ultimo autoritratto di Leonardo da Vinci

Oggi sono conservati a poche decine di metri l’uno dall’altro.

E per quanto strano possa apparire, sono entrambi autoritratti.

Della stessa persona.

La prova?
È in cinque particolari fisiognomici

Dunque l’autore della Sindone
non può che essere lo stesso Leonardo.

Come e perché lo fece?
Le risposte nel libro
Il Sudario da Vinci”.